Per il Tribunale di Bergamo costituisce condotta antisindacale il comportamento dell’Ente pubblico che comunichi alle Organizzazioni Sindacali e al rappresentante della RSU la convocazione al tavolo delle trattative senza rispettare i principi di buona fede e di correttezza, in virtù dei quali tale “comunicazione deve avvenire per tempo, in modo da consentire alle parti di poter partecipare all’incontro in maniera attiva e fattiva. Diversamente operando, si svilirebbe la funzione stessa della negoziazione tra le parti sociali, degradando l’obbligo di convocazione ad un adempimento formale a tutto detrimento per le legittime istanze di confronto tra Ente e Sindacati”.

Utilizziamo i cookie, inclusi cookie di terzi, per consentire il funzionamento del sito, per ragioni statistiche, per personalizzare la sua esperienza e offrirle la pubblicità che più incontra i suoi gusti ed infine analizzare la performance delle nostre campagne pubblicitarie. Può accettare questi cookie cliccando su "Accetto", o cliccare qui per impostare le sue preferenze.

maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi